Andrea da Montefeltro - Pietra di Miratoio, Sculture

Parlano di me

Il sottosegretario ai Beni Culturali Ilaria Borletti Buitoni in visita – Arezzo notizie

Tags: , , , ,

logo

 

Il sottosegretario ai Beni Culturali, Ilaria Borletti Buitoni, “stregata” anche dal paesaggio autunnale, scopre Sestino e “minuzie di bellezza ad ogni angolo che dobbiamo valorizzare. Un’Italia che merita di essere riconosciuta, inserita nei percorsi turistici non tanto e non solo per il turismo di massa quanto per soddisfare coloro che amano la cultura, il paesaggio, il silenzio, il bello da scoprire”. Questo è stato un po’ il primo impatto del Sottosegretario con Sestino, rispondendo al sindaco Marco Renzi, nel saluto nella sala del consiglio comunale, dove anche l’intera minoranza era presente per una occasione storica. Ed è stato subito un immergersi in una realtà da scoprire, ammirando proprio la sala del Consiglio comunale, straordinariamente recuperata, con volta a botte, risalente al periodo dei Malatesti, governatori di Sestino.

Andrea da Montefeltro -sestino

“Non capita spesso – ha detto il sindaco – di avere a Sestino un rappresentante del Governo nazionale. Siamo soddisfatti di questa visita, che segue un incontro avuto a Roma con il Sottosegretario, alla quale consegnammo, insieme all’invito per una visita, un programma di lavori urgenti riguardanti l’antica pieve di S.Pancrazio, l’area archeologica ad essa circostante e gli edifici del Municipium in corso di scavo: frutto di una attenta collaborazione con le varie Soprintendenze e la stessa diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro”.

Il Sottosegretario ha visitato poi l’Antiquarium Nazionale, accolto dai funzionarti della Soprintendenza ai beni archeologici della Toscana, Michele Bueno e Giovanni Roncaglia e successivamente la pieve, dove hanno illustrato le varie problematiche storiche e strutturali, i funzionarti della Soprintendenza ai Monumenti, Paola Refice e Donatella Grifo, accolti tutti dal parroco don Leonardo Mancioppi.incontro sestino 2

Particolarmente interessata, il Sottosegretario, alla qualità espositiva e alla bellezza di monumenti, quali il tempietto restaurato, in stile corinzio, e – tra gli altri monumenti – si è soffermata ad ammirare la “Venere di Sestino”, nel piccolo”pantheon” che raccoglie le testimonianze statuarie delle divinità rinvenute nel corso dei secoli, apprezzando, infine, gli scavi e i risultati delle terme, ancora da ultimare, restando ad esaminare anche l’ampia messe delle epigrafi, che attestano una plurisecolare attività e personaggi della Sestino romana.

borletti-buitoni2Così come è stata minuziosa la visita alla pieve e alle sue millenarie testimonianze, sotto il presbiterio, raccolte nella cripta in stile ravennate e negli annessi ambulacri.

Presa visione dei monumenti, il sottosegretario si è intrattenuta con gli amministratori e i vari tecnici per il punto sulla situazione- per molti aspetti emergenziale – al fine di individuare gli interventi più immediati e le possibili risorse finanziarie. È stato suggerito – vista l’importanza dei monumenti- di attivare laboratori per l’archeologia con università straniere, tema ripreso dal poeta Karl Lubomirski, già in contatto con università e istituzioni culturali della Germania. Ma proprio per giungere in tempi brevi a proposte concrete, è stato proposto un tavolo di lavoro tra tutte le istituzioni per affrontare prima le emergenze e quindi un programma di interventi e di attività promozionali, che sono oggi inscindibili per muovere risorse e fare economie. Beni cultuali e turismo i temi dominantiAES SIGNATUM SESTINO
Al termine dell’incontro, un simpatico gesto a sottolineare che- nel tempo e oltre esso le “culture si parlano”: l’amministrazione comunale ha donato al Sottosegretario copia di uno dei più importanti reperti sestinati, l’Aes signatum, riprodotto in pietra serena dallo scultore Andrea da Montefeltro, che espone a Sestino alcune delle sue ultime opere.

Giancarlo Renzi